Dott.ssa Camilla Olioso

Mi chiamo Camilla Olioso, nel 2009 mi sono laureata in Scienze Psicologiche della Personalità e delle Relazioni Interpersonali, presso la Facoltà di Psicologia di Padova.

Dal 2008 al 2010 ho lavorato come educatrice all’interno di un asilo nido privato.
Nel 2010 ho iniziato il mio percorso formativo nel mondo della psicomotricità, conseguendo un Master di primo livello in Psicomotricità, presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Verona e in contemporanea la Scuola Superiore Professionale di Formazione in Psicomotricità, CISERPP, di Verona.
Dal 2012 quindi, inizia il mio lavoro come Psicomotricista dell’età evolutiva in ambito educativo e preventivo attraverso progetti e interventi all’interno di asili nido e scuole dell’infanzia, ma anche all’interno di studi privati con percorsi individuali e personalizzati con bambini e famiglie bisognosi di sostegno e accompagnamento.
Lavoro dunque presso il Centro Medico Psicologico  di Lonato, all’interno di un equipe formata e specializzata in particolare sull’autismo.
Nel 2014 inizia la mia collaborazione, ancora in atto, con l’associazione Centro Studi 0/6 Planet, come formatrice di educatori ed insegnanti che si occupano della fascia 0-6 anni. Nello stesso anno  incontro lo Studio Il Caleidoscopio di Bussolengo, dove ancora oggi svolgo privatamente le mie attività psicomotorie, rivolte ai bambini, attraverso percorsi individuali o di piccolo gruppo, affiancati da un accompagnamento continuo delle famiglie. 
Dal 2016 al 2018 lavoro anche presso il Centro Polifunzionale Don Calabria come psicomotricista, attraverso percorsi individuali con bambini con bisogni speciali.


Nel 2018 divento anche la mamma di Elia, con il quale inizio la bellissima esperienza del portare, accompagnata da Margherita Chiappini.

Attualmente continuo a lavorare come psicomotricista e formatrice. In particolare sto approfondendo le mie conoscenze su un metodo educativo centrato sulle emozioni, l’educazione emozionale  e la neuroeducazione, con l’obbiettivo di poter crescere in primis come mamma e come professionista dell’età evolutiva.